Bentrovati, sono Eleneh Flowering Light.

Il mio lavoro è dedicato alla Fonte, all’Amore che è sempre presente. Sono qui per ascoltare ed essere al servizio dello svelarsi della vostra vera voce. Affinché possiamo insieme celebrare la bellezza che esiste nel cantare, senza aspettative o pretese. Affinché possiamo sorridere con gioia quando scopriamo che scendere nel nostro nucleo vocale avviene in modo sempre fresco, sempre vivo, ogni volta più profondo.

Sono cantante con una formazione lirica, artista, suonatrice del tamburo a cornice e operatrice in Voce-Arte terapia (BAST).

Sono nata e cresciuta negli Emirati Arabi Uniti. Crescendo ho trascorso giorni e notti infinite nel deserto e in riva al mare, il loro silenzio e la loro profondità sono stati i miei più grandi maestri.

Quando canto sento il silenzio nel suono, il silenzio come un abbraccio eterno...

Eleneh Flowering Light
Eleneh Flowering Light

Da bambina amavo farmi compagnia con il canto spontaneo, che mi aiutava a trasmutare un senso di isolamento e di solitudine. Credevo già fortemente nel potere terapeutico della creatività!

Ho una formazione umanistica, nelle arti dello spettacolo e nelle lingue.

Vivo a Roma dove collaboro con un centro di maternità, le scuole, laboratori teatrali, centri olistici e centri interculturali
Offro incontri online e in presenza.

Contattami per programmare una seduta o per più informazioni

WhatsApp
Email

Nel 2008 ho incontrato a Roma un grande maestro, Romualdo Savastano, il cui insegnamento ‘non aiutare il suono’ è stato una rivelazione.

La sua guida ha sciolto le mie difese, lezione dopo lezione mi invitava a scendere giù e sempre più giù fino a quando non mi sono finalmente abbandonata al nucleo interiore confidando di non aver bisogno di "far cantare" la mia voce. Che sollievo scoprire che la connessione vocale che tanto desideravo era già qui!
Anni di allenamento in questo modo mi hanno permesso di capire la scienza del suono, come si muove attraverso i centri energetici, i punti ‘vibrazionali’ all’interno del corpo, l’architettura spirituale dei suoni armonici.

Conchiglia

In quel periodo ho anche iniziato un percorso di rigoroso auto confronto attraverso Il Sentiero di Eva Pierrakos. Le lezioni creavano un alchimia interiore che portava alla luce le mie parti buie così da poterle “attraversare”.

‘C’è un vero bisogno di nutrire un vuoto ricettivo e creativo... ascoltate con l’orecchio interno... Questo è l’unico modo per trovare il vostro sostentamento interiore, la vostra divinità, e diventare recettori del grande potere universale’
Lezione 224 del Sentiero

Più recentemente sono stata impegnata in un Corso in Miracoli e nella pratica dell'auto-indagine.

La spiritualità per me è incontrare quello che c’è ora, la verità di questo momento, la presenza del divino oltre il tempo e la forma.

Usare la voce mi porta ad avere un'esperienza diretta di quello che è vivo e libero, lo Spirito infinito.

Il momento più trasformativo della mia vita è stato durante il parto del mio bellissimo figlio Sasha.
Un incontro davvero mistico con l’utero della creazione. Vocalizzando durante le contrazioni, ho compreso profondamente che cantare è la porta per aprirsi ad un ’potere sovrumano’.
Sentivo la presenza della Grande Madre che mi sosteneva con un amore incondizionato.
Ho sono sentita la chiamata a servire.
Ad offrire il lavoro sulla voce come un modo sacro per ricordare la nostra vera natura.
Affinché possiamo ricordare che siamo degni di ricevere le meraviglie sonore dell’universo e di vibrare con esse.

Li dove c’è separazione la nostra voce può riportarci dolcemente a casa.